MUSEUMSINSEL




In fondo alla Unter den Linden e circondata da due rami dello Sprea, sorge Museumsinsel, l’isola dove sono concentrati alcuni dei più celebri musei berlinesi (in gran parte ricostruiti) e il duomo cittadino. A partire dal gennaio del 2000 è iniziato un ingente lavoro di risanamento e ristrutturazione delle cinque realtà museali facenti parte dell’isola (Altes Museum, Neus Museum, Bodenmuseum, Pergamon Museum, Alte Nationalgalerie), cento anni di cultura edificati tra il 1839 (Altes Museum) e il 1930 (Pergamonumuseum). Dei cinque il più antico, l’Altes Museum (orario di apertura al pubblico: da martedì a domenica dalle 10 alle 18) opera di Karl Firedrich Schinkel, è sede della raccolta di arte antica e ha avuto una prima fase di restauro subito dopo la caduta del muro. Il Pergamon Museum (orario di apertura al pubblico: da marted’ a domenica dalle 10 alle 18; giovedì dalle 10 alle 22) è una costruzione in stile dorico realizzata agli inizi del XX secolo per dare asilo ai ritrovamenti archeologici di grandi dimensioni effettuati nel corso del secolo. Fu iniziata da Alfred Messel e proseguita da Ludwig Hoffmann; i danni della guerra non hanno risparmiato neppure alcune delle monumentali opere custodite nel museo, e l’Armata Rossa nel 1945 ne ha sequestrate diverse. Solo dopo il 1958, in seguito alla restituzione di gran parte dei pezzi dell’ex DDR, il museo fu riaperto. L’opera più celebre custodita all’interno dell’edificio è il monumentale Altare di Pergamo, capolavoro ellenistico (180-159 a.C.), di cui però la sola parte originale è costituita dal fregio (che raffigura la Lotta degli dei contro i giganti); la parte frontale dell’altare è invece una copia dell’originale. Oltre ai reperti di archeologia greco-romana, il museo custodisce notevoli testimonianze dell’arte islamica, persiana e assiro-babilonese.



Il Neues Museum, costruito tra il 1843 e il 1859 dall’allievo di Schinkel, F.A. Stuler, è stato fortemente danneggiato dai bombardamenti e da allora non è stato riaperto. I lavori di risanamento dovrebbero concludersi nel 2008-2009. L’Alte Nationalgalerie (orario di apertura la pubblico: da martedì a domenica dalle 10 alle 18) anch’essa chiusa per restauri per tre anni e mezzo, è stata riaperta alla fine del 2001. Edificata tra il 1866 e il 1876 raccoglie l’arte figurativa del periodo compreso tra la rivoluzione francese e la prima guerra mondiale. Alle opere qui ospitate si aggiungono le collezioni di pittura romantica con i capolavori di Caspar David Fiedrich e Karl Friedrich Schinkel, che prima erano custoditi nel castello di Charlottenburg. Il Bodenmuseum (già Kaiser-Friederich Museum), situato all’estremità dell’isola, comprende diversi settori, tra i quali il Museo Egizio con collezioni di papiri e di dipinti del XV-XVIII secolo. E’ previsto, inoltre, un collegamento sotterraneo che metterà in comunicazione tutti e cinque i musei. Il Masterplan prevede interventi fino al 2010 con un totale di circa 100 milioni di euro l’anno. Sull’isola si erge il duomo neobarocco, il Berliner Dom, la chiesa principale del protestantesimo prussiano, costruita tra il 1893 e il 1905 per volere di Guglielmo II. Andò distrutta nella seconda guerra mondiale ed è stata riaperta per le funzioni solamente nel 1993.


Il Neues Museum






Berlino Express

5 Giorni 4 Notti
da € 400.

PRENOTA SUBITO

Berlino Classica

5 Giorni 4 Notti
da € 499.

PRENOTA SUBITO

L'Isola dei Musei

6 Giorni 4 Notti
da € 600

PRENOTA SUBITO

Capodanno a Berlino

5 Giorni 3 Notti
da € 299

PRENOTA SUBITO